Coming Soon…in Mimmo DvdPlayer 5° Puntata

agosto 31, 2008

A grande richiesta (quella di Dott e basta) ritorna questa rubrica cinematografica…ma poichè le notizie sono tante non perdiamoci in chiacchiere e veniamo subito al dunque…

A pochi giorni di distanza dal rilascio del primo trailer dell’attesissimo “Harry Potter e il principe Mezzosangue”…giunge la notizia che l’uscita del film inizialmente prevista per il 21 Novembre è slittata niente di meno che a Luglio 2009, questo perchè la Worner Bros per guadagnare qualcosina in più ha preferito far coincidere la messa in sala del film con il periodo di massima affluenza al cinema del pubblico americano: l’Estate.
Restando in tema Harry Potter…l’attore Daniel Radcliffe ha dichiarato di essere affetto da dyspraxia…la cosiddetta “sindrome del bambino impacciato”…una patologia che impedisce di coordinare i movimenti…a tal punto che il simpatico Harry alla veneranda età di 19 anni non è ancora in grado di allacciarsi le scarpe…

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

La strada fangosa

agosto 12, 2008
“Anche nelle feste di Bacco,
chi è puro non si corrompe”
(Aristippo)
Una volta Tanzan ed Ekido camminavano insieme per una strada fangosa. Pioveva ancora a dirotto.
Dopo una curva, incontrarono una bella ragazza, in chimono e sciarpa di seta, che non poteva attraversare la strada.
<<Vieni, ragazza>> disse subito Tanzan. Poi la prese in braccio e la portò oltre le pozzanghere.
Ekido non disse nulla finché quella sera non ebbero raggiunto un tempio dove passare la notte. Allora non poté più trattenersi. <<Noi monaci non avviciniamo le donne>> disse a Tanzan << e meno che meno quelle giovani e carine. E’ pericoloso. Perché l’hai fatto?>>.
<<Io quella ragazza l’ho lasciata laggiù>> disse Tanzan. <<Tu la stai ancora portando con te?>>.

Lo Roscopo…

agosto 6, 2008

…ovvero quando dalle cianfrusaglie saltano fuori reperti archeologici!

Rassettando nella mia cameretta (ehm… si, a volte capita…) è saltato fuori un giornaletto risalente al lontano 1997, quando in una calda estate di agosto “La Repubblica” allegò un fumettoso inserto Disney (Disney MEGAzine). Ebbene sfogliandolo dopo tanto tempo, mi incuriosisco a leggere “lo Roscopo” (sì, scritto proprio così…) di dieci anni prima e mi rendo conto di avere di fronte l’oroscopo universale (nonché di demenza infinita…), cioè valido sempre e senza data di scadenza!!!

Dato che non voglio essere l’unico a soffrir…ehm… godere dei benefici di cotanta scienza, ve lo ripropongo, anche perché è sempre meglio di quelli che si trovano nei giornali delle metropolitane (almeno questo è demente volutamente!!!!)

Leggi il seguito di questo post »


Quando i sogni diventano realtà… o quasi!

agosto 3, 2008

Otto giorni or sono, in un luogo lontano lontano, un piccolo gnomo festeggiava il suo 1352 compleanno. Dovete sapere infatti che questo esserino, come tutti i suoi simili, compie gli anni ogni sabato, ma questo sabato aveva qualcosa di diverso…

Il piccolo gnomo, a cui tanti e tanti anni fa fu dato il nome di Mimmo, viveva su una collina ricoperta di grandi alberi di melo, che ai suoi occhi di minuta creatura apparivano enormi e senza fine. Trascorreva il tempo, settimana dopo settimana, solo con la compagnia della sua servizievole mamma e dei suoi adorati topolini che amava accudire e sfamare. Ignaro di quel che stava per accadere, conduceva una vita semplice coltivando funghi dai forti colori e piante dal nome di donna.

Proprio quel giorno, sul calar della sera, vide da lontano, che poi tanto lontano non era ma a lui così sembrava, una nube di polvere alzata da numerosi cavalli e per ogni cavallo una creatura diversa: elfi, orchi, fate, maghi, folletti e chi più ne ha più ne metta! All’inizio ne ebbe paura e, nonostante la sua veneranda età, chiamò subito la madre per chiedere consiglio… Nella sua infinita saggezza la madre disse: «Preparerò una tisana con gli estratti dei nostri funghi e delle nostre piante, perché buoni o cattivi che essi siano, sono ospiti della nostra terra e come tali vanno rispettati». Illuminato da queste parole, Mimmo lo gnomo si precipitò subito in strada per accogliere in modo adeguato queste genti.

Ora la polvere si era abbassata e quella che prima sembrava un’ orda appariva ora come un corteo: schierati su due file affiancate, gli sconosciuti procedevano a passo lento verso la sua dimora.

Si fermarono dinanzi a lui aprendosi a ventaglio e formando un semicerchio. Al centro tre elfi e ai lati tutte le altre creature. L’elfo che era nel mezzo fece un passo avanti, era una giovane dall’aspetto nobile, e gli rivolse così la parola: «Il tuo nome è Mimmo e sei lo gnomo che cura queste terre e questi boschi?» e lui intimorito: «E’ il mio nome e questa è la mia casa».

Al che la giovane elfa scese da cavallo, seguita da tutti gli altri, e disse: «Io sono la regina degli elfi, il mio nome viene dalla luce e dalla luce ti porto un messaggio giacché ho fatto un sogno…»

Mimmo singultò e si mise ad ascoltare…

Leggi il seguito di questo post »